In un periodo di estrema difficoltà per le finanze delle pubbliche amministrazioni, soddisfare le istanze dei cittadini è un’impresa tutt’altro che semplice. La mancanza di risorse è associata a un’aspra critica verso la distribuzione delle stesse e l’utilizzo dei pochi fondi disponibili. Risultato? Una frattura sempre maggiore tra istituzioni e cittadinanza.
In un contesto simile, trovare strumenti efficaci di reperimento fondi risulta indispensabile per una Pubblica Amministrazione attiva e propensa al cambiamento.

Il crowdfunding è uno strumento:

  • alternativo, l’idea di poter realizzare progetti imprenditoriali, culturali, sociali o appartenenti al campo del non profit coinvolgendo i cittadini è certamente allettante e può aiutare anche a reperire i fondi necessari senza stressare i già provati bilanci pubblici. Il finanziamento dal basso dimostra e ha dimostrato, attraverso numeri significativi e casi di successo, di poter essere la vera alternativa all’ordinaria attività istituzionale.
  • complementare, Intellectus offre ai Comuni e alle istituzioni uno spazio dedicato per ospitare progetti provenienti direttamente dai cittadini. Attraverso il crowd la scelta dei progetti da finanziare avviene in maniera assolutamente trasparente e meritocratica, è il cittadino stesso a scegliere i progetti di maggior interesse sui quali destinare l’attenzione delle istituzioni. Parliamo di civic crowdfunding, definito, come “il finanziamento collettivo di opere e progetti pubblici – al di fuori del budget dell’ente o amministrazione interessati – effettuato da cittadini, organizzazioni e società private, in match-funding con le stesse amministrazioni”.

Esempio caso di successo


Sempre più per la Pubblica Amministrazione, una campagna di crowdfunding rappresenta l’opportunità di:

  1. accedere a nuove risorse finanziarie;
  2. sensibilizzare una comunità;
  3. valorizzare il patrimonio territoriale tangibile e intangibile;
  4. promuovere una gestione condivisa dei beni comuni;
  5. avviare nuove forme di collaborazione pubblico-privato.

Il contributo economico da parte dei cittadini per la realizzazione di opere pubbliche non rappresenta, in sé, una novità. Ciò che invece è davvero innovativo è il metodo di veicolazione dei progetti, ovvero il web, tanto da cambiare radicalmente la natura del modello di finanziamento. Il web consente infatti una vera e propria forma di governo partecipativo che permette ai cittadini di incidere attivamente nei processi decisionali della pubblica amministrazione.